6 LUGLIO 1960 Porta San Paolo, giovani ribelli con la maglietta a strisce

Venerdì 13 marzo ore 18.30

Porta San PaoloCi sono giorni che segnano la storia di una comunità. Il 6 luglio 1960, per Roma, è uno di questi giorni. A Porta San Paolo, luogo simbolo della Resistenza romana, viene convocata una manifestazione antifascista. Sono passati pochi giorni dalla rivolta genovese contro l’ annunciato congresso del Movimento sociale. Il governo Tambroni – che sarà costretto a dimettersi il 19 luglio successivo – aveva dato via libera alla polizia per la repressione delle manifestazioni. Successe a Genova, con oltre 80 feriti; successe a Roma, con l’ intervento per la prima volta delle cariche a cavallo che provocarono molti feriti tra i quali alcuni deputati socialisti e comunisti; succederà il giorno dopo, in modo tragico a Reggio Emilia, dove rimarranno uccisi cinque operai

Lo storico evento segnò la rivolta vittoriosa del popolo romano contro il governo Tambroni, sostenuto dai fascisti, e l’irruzione in politica degli inaspettati “giovani ribelli con le magliette a strisce”. Per ricostruire una memoria Storica delle lotte dei movimenti di ieri e di oggi, il Centro di Cultura Popolare del Tufello e l’Università Popolare Antonio Gramsci presentano attraverso i racconti di  Ivano Di Cerbo, Augusto Illuminati, Bernardino Piras e Pino Santarelli, la proiezione di un filmato e lettura di alcune testimonianze raccolte nei giorni che seguirono agli scontri.

Un ricordo assolutamente da non perdere