Germano Mazzocchetti Ensemble

Le musiche di Mazzocchetti attingono a sonorità popolari e mediterranee, unite a citazioni jazzistiche e rimandi alla tradizione colta. Il risultato è una musica caratterizzata da uno spiccato sincretismo linguistico, che bene si allinea ad alcune tra le più interessanti esperienze della musica d’oggi.
Come ha scritto il critico Giordano Montecchi, “è spigolando nel vissuto che nascono oggi le migliori musiche nuove: le musiche della crisi, schizzate con la consapevolezza delle miriadi di lingue e del loro immenso lascito da una parte e, dall’altra, la sfida a un mondo sempre più indifferente a ciò che non passa per le autostrade mediatiche.”
E ancora, riferendosi all’attività di Mazzocchetti come compositore di musiche di scena: “Remoti si sentono gli echi di un Kurt Weill, di un Fiorenzo Carpi e il carsico andirivieni di quella linfa popolare che sempre nutre il lessico di Mazzocchetti. Ma c’è anche altro in questa formazione densa di ritmo ed energia cinetica, impastata con fisarmonica e viola che trasudano melanconia a ogni nota.

C’è un universo intimamente latino, fatto di ritmo, calore e languore”.
Il Germano Mazzocchetti Ensemble è attivo da più di dieci anni, pubblicando due CD “Testasghemba” (Egea) e “Asap” (Incipit). Il gruppo ha suonato per le maggiori istituzioni nazionali, tenendo concerti, a Roma, all’Auditorium Parco della Musica e alla Casa del Jazz, ai Teatri Valle, Quirino, Sala Umberto e Vittoria, al Fontanone Estate, ai Giardini della Filarmonica, all’Acquario Romano, al Museo di Roma, a Villa Pamphili e, in stagione, al Teatro Ambra alla Garbatella. Inoltre ha dato concerti a Milano, all’Aquila, a Torino, a Catania, a Cosenza, a Perugia e in diverse altre città

Germano Mazzocchetti, fisarmonica
Francesco Marini, sax soprano e clarinetti
Paola Emanuele, viola
Marco Acquarelli, chitarra
Luca Pirozzi, contrabbasso
Sergio Quarta, percussioni