Nuove Storie dall’Arte

Venerdì 11 marzo ore 21.30 “Il Custode della Mostra”

IL-CUSTODE-DELLA-MOSTRA-CCP2 (FILEminimizer)

Secondo appuntamento con Storie dell’Arte. Teatro, Musica, Letture e Video di e con Serena Damiani e Marco Tullio Dentale di Artekreativa. Trovare la mostra giusta non è facile, sopratutto se fai il custode per mostre e gallerie. Il custode della mostra racconta l’arte così seguendo il filo del gioco e dell’ironia raccontando gli artisti e piccole curiosità, un modo diverso per raccontare l’arte. In sala l’installazione “Il custode della mostra” …..perchè l’arte è il più bel luogo dove darsi appuntamento

Ingresso a Contributo: 5 euro (tessera 1 euro)

Al termine dell’evento Taralli e Vino per tutti/e

IL 12 MARZO MANIFESTAZIONE PER IL TRAM SAXA RUBRA – TOGLIATTI -LAURENTINA

Comunicato stampa

  Prosegue con successo la preparazione della manifestazione di sabato 12 marzo per celebrare i dieci anni della delibera di iniziativa popolare 37/06 approvata all’unanimità dal Consiglio comunale per la realizzazione dell’infrastruttura tramviaria Saxa Rubra-Togliatti-Laurentina. Sono già molti i comitati e le associazioni partecipative cittadine che hanno aderito all’appello lanciato dal Comitato promotore. E molte sono le singole personalità che hanno dato il loro appoggio.
Questo è già il segno – dicono i promotori – che i cittadini non hanno dimenticato quella battaglia di dieci anni fa in cui furono raccolte e certificate, una ad una, quasi undicimila firme per far discutere e, infine, approvare la delibera di iniziativa popolare.
Ricordiamo che l’infrastruttura tramviaria metterebbe in rete tutte le linee radiali su ferro attualmente esistenti da nord a est e a sud di Roma: Ferrovia Roma Nord, Fl1, Metro B1, Metro B, Fl2, Tram sulla Prenestina, Metro C, Tramvia Termini–Pantano, Metro A, Fl4-6-7-8 Metro B. Insieme al ferro connetterebbe in rete anche la cintura dei Parchi: la Riserva naturale della Marcigliana, il Parco delle Sabine, il Parco Talenti, il Parco Petroselli, il Parco Urbano di Aguzzano, la  Riserva  naturale della Valle dell’Aniene, il Parco Giovanni Palatucci (Tor Tre Teste), il  Parco di Centocelle, il Parco degli Acquedotti e quello che lo comprende dell’Appia antica, tutti ricchi di presenze archeologiche e storiche di grande valore. L’infrastruttura di mobilità attraverserebbe tangenzialmente quartieri popolosi con circa un milione di abitanti.
Il pregio della delibera 37/06 sta anche nel fatto, per niente secondario, di prescrivere una progettazione partecipata dai cittadini e dalle loro associazioni aperta alle soluzioni più razionali e innovative. Là dove questa partecipazione è avvenuta, come per il corridoio di mobilità di viale Ciamarra a Cinecittà est, si è potuto constatare come i risultati siano stati più che soddisfacenti, radicando nella coscienza popolare la realizzazione dell’infrastruttura di mobilità.
Il Comitato promotore rinnova l’appello ai comitati, alle associazioni, ai cittadini e alle singole personalità ad aderire alla manifestazione.
Facciamo in modo che una grande carovana colorata di popolo, in bicicletta, a piedi, col mezzo pubblico muova dai punti di partenza stabiliti per ritrovarci tutti al Parco Madre Teresa di Calcutta a Centocelle. Non per commemorare la delibera 37/06 ma per riproporne con forza la sua attuazione.

Appuntamento a Piazza Primoli alle 9,15, andremo a Ponte Mammolo per unirci ai ciclisti del Municipio 4, e poi tutti insieme andremo al Quarticciolo dove arriveranno i ciclisti partiti da Cinecittà.

Il Comitato Promotore

Emilio Stella

Sabato 5 Marzo ore 21.00

Roma è la protagonista nelle canzoni di Emilio Stella: la Roma delle periferie e delle borgate, la Roma delle case popolari. Un viaggio fresco tra le realtà delle capitale, tra degrado e speranze mancate.stella01 (FILEminimizer)

Sono nato a Velletri, il 20 ottobre del 1983, ma vivo da sempre in un quartiere popolare di Pomezia, città alle porte di Roma. A Velletri ci sono nato così, senza volerlo, non per mia scelta mentre con la musica ci siamo proprio scelti. Quando avevo undici anni, mio nonno paterno, artigiano, poeta e pittore, costruì una piccola chitarra e me la regalò. “Provala” disse. Non me lo feci ripetere. Fin da subito mi ci appassionai. Imparai i primi accordi grazie a uno zio. Con quei tre accordi scrissi, il giorno stesso, la mia prima canzone. Nonno morì pochi mesi dopo e anche per rimanerci in contatto, tutte le volte che tornavo a casa, imbracciavo la chitarra e scrivevo qualche riga. Divenne un gioco, una sorta di rito o semplicemente qualcosa che mi faceva stare bene. A tutt’oggi è ancora e sempre così. Suono, canto e sto bene. Sempre in quegli anni, iniziai spontaneamente ad esibirmi davanti al portone di casa, cantando e facendo imitazioni per gli amici e le signore del palazzo. Loro si divertivano ed io mi sentivo appagato dai loro sorrisi. Così nacque quest’amore che mi porto appresso da anni. L’amore per l’arte del teatrante. Creare qualcosa e riuscire a condividerla, è proprio una bella emozione. Nel frattempo ascoltavo De Andrè, Rino Gaetano, De Gregori, Lucio Dalla e scrivevo poesie da dedicare ai parenti. Nel 2009, anche grazie all’incoraggiamento dei miei amici, cominciai a fare qualche piccolo concerto nei locali di zona. Non mi pagavano ma la gente o sorrideva o si commuoveva. Un’altra bella emozione. La passione di raccontare le storie, che muovono la mia vita, non mi ha più mollato. Così se ne avete voglia… ve ne canto e racconto un pò. Emilio Stella

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.
Ingresso a contributo € 7 per i soci. Tessera annua Associativa €1

Un’oasi felice per la danza etnica

“La danza dell’isola di Ikaria è un tentativo di vedere la condizione umana muoversi nella profondità misteriosa della nostra coscienza”

da un articolo di Carlo Mafera image5

Aprire una porta e assistere ad uno spettacolo, oserei mitico, è cosa che non capita tutti i giorni . Dal tran tran quotidiano si passa ad uno sguardo verso ciò che ha il germe dell’eternità. Una porta che, varcata, ti rende visibile l’invisibile. È ciò che si prova quando si assiste alle prove di danza etnica al Centro Culturale Tufello diretto magistralmente da Daniela Evangelisti. Le danze etniche hanno in sé una dimensione misteriosa che fanno trascendere il tempo e lo spazio, i famosi trascendentali dell’essere di kantiana memoria, e sono quelli che più di tutti ci fanno conoscere la realtà visibile. In particolare la danza greca trasporta lo spettatore proprio nel mezzo delle isole egee e pare di incontrare gli eroi omerici. La danza di Icaro rievoca il celebre mito del personaggio greco che, per desiderio di raggiungere e vedere la luce del sole più da vicino, brucia le sue ali di cera e si schianta su quell’isola che poi prenderà il suo nome : IKaria….. LEGGI TUTTO

 

Lucilla Galeazzi e le Vocidoro in “Il Fronte delle Donne”

lucilla-galeazzi01  SABATO 20 FEBBRAIO ORE 21.00

Grazie alla ricerca di Lucilla Galeazzi va in scena uno spettacolo che svela il ruolo delle donne, quasi sempre stralciato, durante il conflitto del ‘15-’18, il più grande e devastante massacro bellico che la storia ricordi. Attraverso narrazioni, testimonianze dirette e storiche, canti di soldati e donne, immagini di repertorio, luci e atmosfere, vengono riportati alla luce in modo originale e commovente i ricordi che sono le radici della vita femminile dal ‘900 in poi.
con:
Lucilla Galeazzi (mezzosoprano) canto, chitarra, narrazione
Sara Marchesi (mezzosoprano) – canto, narrazione
Chiara Casarico (mezzosoprano) – canto, narrazione
Susanna Buffa (soprano) – canto
Susanna Ruffini (soprano) – canto
Marta Ricci (soprano) – canto
Nora Tigges (soprano) – canto
Stefania Placidi – chitarra

“Il fronte delle donne” da oggi rientra ufficialmente nelle iniziative di interesse nazionale per le celebrazioni di commemorazione della Grande Guerra, ottenendo il benestare della Struttura di missione per la commemorazione del Centenario della prima guerra mondiale da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.
Ingresso a contributo € 7 per i soci. Tessera annua Associativa €1

STORIE DALL’ARTE

venerdì 12 febbraio ore 21.00

la storia dell’arte diventa teatro

STORIE DALLARTE

teatro letture musica comicità video

Raccontare l’arte, gli artisti, i colori con passione, attenzione e … un po’ di ironia

 Le storie dall’arte le raccontiamo così

Seguendo il filo del gioco e dell’ironia, raccontando gli artisti e piccole curiosità

Presentiamo diversi autori, fra questi Dubuffet, Klee, Calder, Kandijinski, Bacon, Giotto, Leonardo, Jim Dine

STORIE DALLARTE (FILEminimizer)

PINO FORASTIERE

forastiere01 (FILEminimizer)Sabato 6 Febbraio ore 21.00

La musica di Forastiere nasce da una solida formazione in ambito classico, contemporaneo e rock, e sfugge a una precisa definizione di genere. Ex chitarrista classico (6 e 10 corde), diplomato al Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, da 15 anni Forastiere suona la chitarra acustica, esibendosi regolarmente per festival e stagioni – classiche e non – in Europa, Stati Uniti e in Canada, dove radio,tv e stampa specializzata hanno dedicato diversi speciali alla sua musica: tra questi ricordiamo recensioni e interviste di Guitar Player, Classic Guitar Magazine, Jam Magazine, Il Giornale della Musica, Akustik Gitarre, e Radio1 e Radio3 Rai, Rai News24, TV Sat2000, Radio Vaticana, NPR (USA), WYNC Radio di New York City, Echoes Radio Broadcasting di Philadelphia, e la TV pubblica olandese Vpro. Oltre ai lavori solisti, nel gennaio 2008, Forastiere ha presentato al Teatro Palladium di Roma il brano per chitarra elettroacustica e orchestra d’archi “Why Not?”, eseguito in prima assoluta con la Roma3 Orchestra diretta da Pietro Mianiti. Nel 2010 ha formato Guitar Republic, con i due chitarristi acustici Sergio Altamura e Stefano Barone; nello stesso anno il trio ha pubblicato l’album di debutto ed ha iniziato un’intensa attività concertistica in Italia, USA e Canada. Nel 2012 Forastiere ha presentato al New York Guitar Festival il disco “from 1 to 8”, una raccolta di otto studi incentrati su diversi focus tecnici e compositivi per chitarra acustica contemporanea. Nel 2010/11 e 2013/14 ha partecipato ai tour dell’International Guitar Night (USA e Canada). I video di Forastiere in rete contano centinaia di migliaia di viste; uno tra i brani più apprezzati (e rieseguiti come cover) dal popolo di Youtube, “Fase 1”, nel 2011 è stato scelto come sigla del Meteo di RaiNews24. In gennaio 2015 è uscito “Deconstruction”, il quinto album solista di Forastiere, e nono della sua discografia come leader

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.
Ingresso a contributo € 7 per i soci. Tessera annua Associativa €1

SAN MONGO CITY

TANGO01 (FILEminimizer) SABATO 30 GENNAIO ORE 21.00

Città immaginaria, creata da un Santo Immaginario amato dai poveri della terra, non immaginari ma reali.

Vi invitiamo a conoscere SAN MONGO CITY della mano dell’autore Jorge Omar Sosa che con le sue canzoni e assieme a Monica Tenev (flauto) ed Eliana Lopiano (voce), vi accompagnerà all’interno di un paese dove la cosa veramente importante è l’amore per il prossimo senza distinzione di razza o di credo. Invitato speciale: Juan Albelo Zamora (violino).

Qualsiasi posto al mondo può chiamarsi San Mongo City, dove la forza dell’universo ha fatto nascere il Protettore degli umili, padroni di povertà, eredi del nulla, dove si concentrano le ingiustizie sociali, politiche, ecologiche, morali, insomma umane.

Letture di frammenti di San Mongo City e interventi musicali con brani del repertorio popolare argentino e dell’autore.

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.
Ingresso a contributo € 7 per i soci. Tessera annua Associativa €1

Teatro Junior 2016

24 GENNAIO ORE 17.00
LA ZIA STREGA

dai 3 anni in su24 GENNAIO_LA ZIA STREGA

Un viaggio incantato per confrontarsi sui sentimenti attraverso la storia di due sorelle molto diverse tra loro e di una nipote che, accorgendosi di cose strane che avvengono di notte nella cucina di sua zia, incuriosita decide di indagare… !

Una fiaba interpretata da Lucia Ciardo ed Elisa Mascia

con musiche dal vivo composte da Marco Turriziani

Suonate da Luigino Leonardi – trombone, Salvatore Zambataro – fisarmonica e clarinetto – Paolo Margutta – percussioni e chitarra, Pierfrancesco Ambrogio – clarinetto, Pierluigi Ausili – tuba

Produzione Teatro Oltre

Ingresso a contributo per i soci € 7 adulti € 5 per i Bambini. Tessera annua Associativa €1

Al termine Merenda per tutti e tutte

Teatro Junior 2016

CCP-junior-2016 (FILEminimizer)

  • 17 gennaio — Il Deserto il Principe e la Rosa

  • dai 6 anni in su
  • 24 gennaio — La Zia Strega

  • dai 3 anni in su
  • 31 gennaio — Pinocchio nel paese della favola polverosa

  • dai 4 anni in su
  • 7 febbraio — Coriandoli

  • dai 4 anni in su
  • 14 febbraio — La Musicastrocca

  • dai 2 anni in su