Anniversario

Lucilla Galeazzi e le Vocidoro in “Il Fronte delle Donne”

lucilla-galeazzi01  SABATO 20 FEBBRAIO ORE 21.00

Grazie alla ricerca di Lucilla Galeazzi va in scena uno spettacolo che svela il ruolo delle donne, quasi sempre stralciato, durante il conflitto del ‘15-’18, il più grande e devastante massacro bellico che la storia ricordi. Attraverso narrazioni, testimonianze dirette e storiche, canti di soldati e donne, immagini di repertorio, luci e atmosfere, vengono riportati alla luce in modo originale e commovente i ricordi che sono le radici della vita femminile dal ‘900 in poi.
con:
Lucilla Galeazzi (mezzosoprano) canto, chitarra, narrazione
Sara Marchesi (mezzosoprano) – canto, narrazione
Chiara Casarico (mezzosoprano) – canto, narrazione
Susanna Buffa (soprano) – canto
Susanna Ruffini (soprano) – canto
Marta Ricci (soprano) – canto
Nora Tigges (soprano) – canto
Stefania Placidi – chitarra

“Il fronte delle donne” da oggi rientra ufficialmente nelle iniziative di interesse nazionale per le celebrazioni di commemorazione della Grande Guerra, ottenendo il benestare della Struttura di missione per la commemorazione del Centenario della prima guerra mondiale da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.
Ingresso a contributo € 7 per i soci. Tessera annua Associativa €1

La Madre di Tutte le Guerre

Cento anni fa la Prima Guerra Mondiale

Maledetti-Studenti-Italiani

Maledetti Studenti Italiani

Venerdì 27 novembre ore 21.00

per la rassegna Cento anni fa la Prima Guerra Mondiale “Maledetti Studenti Italiani” Racconti, interviste e Musica ci racconteranno il primo conflitto mondiale con una visione diversa, Cento anni fa una guerra che secondo il governo e lo stato maggiore sarebbe durata solo qualche mese costò al popolo Italiano tre anni di combattimenti e oltre un milione di morti. Canti Popolari e racconti d’autore dalla parte di chi la guerra non l’ha voluta ma l’ha dovuta combattere.

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.

Ingresso a contributo. Tessera annua Associativa €1

 

GRANDE FESTA DEI 40 ANNI AL CCP “40… E LI DIMOSTRA TUTTI”

40anniLocandina

 

Sono passati 40 anni dal giorno in cui un gruppo di compagni e compagne decisero di riappropriarsi di uno spazio dove poter esprimere e condividere le proprie idee e le altrui necessità. Era il 1975 quando occupando dei locali abbandonati e privi di qualsiasi agibilità, venne aperto il Centro di Cultura Popolare del Tufello, restituendo al quartiere uno spazio per offrire voce a chi non ne aveva, a chi si vedeva negati i più elementari diritti. Da allora, grazie anche e soprattutto a Maurizio detto Bud e la sua compagna Maddalena che a questo spazio hanno dedicato la loro vita, il CCP si è occupato di problematiche sociali e di divulgare cultura e sapere, attraverso l’arte in genere.
Il nostro obiettivo è stato e sarà sempre quello di dimostrare che per fare teatro, danza, musica e cinema basta il cuore e il piacere di condividere le proprie esperienze con gli altri, una canzone un testo è grande se quando lo ascolti racconta un pezzetto della tua vita. Vivere il territorio e i rapporti con gli altri in modo diverso riconquistando la libertà che il sistema ci ha tolto, noi vogliamo Recitare, Cantare, Ballare, Suonare, Filmare, Dipingere liberamente e continueremo a lottare per farlo.

Per questo stiamo organizzando una festa e avremo il piacere di condividere con voi questi lunghi anni trascorsi. Se i Vostri impegni non vi permetteranno di essere presenti inviateci una testimonianza da conservare e trasmettere alle generazioni future.

17:00 Incontriamo i bambini del quartiere. Raccontiamoci una Favola e costruiamo un Laboratorio Teatrale con Fausta Manno e Eva Gaudenzi

18:30 Incontro con le Associazioni del Territorio

19:30 Aperitivo

20:30 Serata Musicale, Teatrale e di Racconti con Serena&Marco di Artekreativa, Il Giardino della Pietra Fiorita di Alessandro Parente e Lucilla Galeazzi, Le Vocidoro e Carmine Bruno

..a fine serata il tradizionale e mitico piatto di pasta del CCPTufello

Sabato 10 ottobre dalle ore 17.00 in Via Capraia, 81

1 MAGGIO 2015

UN GIORNO DI FESTA E DI LOTTA IN III MUNICIPIO

Per la riappropriazione dei nostri tempi di vita, per la rivendicazione dei diritti, per la tutela dei beni comuni

Dalle ore 12 festa al parchetto del Tufello, Via Capraia angolo Via Monte Massico, Tra Musica Teatro Arte braciate, vino Rosso, fave e pecorino.

Musica Popolare con Alessandro D’Alessandroprimo-maggio Serena Damiani

Racconti Metropolitani con Serena Damiani e Marco Tullio Dentale accompagnati da Marcello Damiani al basso

Estemporanea di Street Art

1maggio2015 (FILEminimizer)Degno successore di Berlusconi, Monti, Letta, Renzi è l’ennesimo ultraliberista obbediente alle politiche di austerità della Troika funzionali agli interessi delle classi dominanti. Il presidente del consiglio, nell’arco di breve tempo ha incassato, con l’appoggio della destra, leggi e norme che di fatto arretrano i diritti dei lavoratori/ci di 40 anni. Attraverso la precarietà e contratti completamente liberalizzati, si rendono in pratica i lavoratori e le lavoratrici ricattabili a vita . La nuova controriforma della scuola di Renzi creerà scuole dei ricchi e un bacino di manodopera a basso costo per la “sua economia”, gli studenti dovranno utilizzare le loro vacanze per regalare lavoro gratuito a chi si arricchirà sulla loro pelle, nessun diritto ad avere una casa, nessuna tutela per i beni comuni che non possono essere considerati merce dai quali trarre profitto.

Noi a tutto questo diciamo NO

NO alla buona scuola di Renzi, NO alla TAV contro la distruzione dei territori per un treno che non serve a nulla, NO al MOUS il nuovo sistema di comunicazione satellitare che non rispetta i limiti imposti sulle onde elettromagnetiche dannose per la salute umana, NO TRIV contro le perforazioni petrolifere in terra e mare, NO TTIP il trattato di partenariato Transatlantico su commercio ed investimenti; NO allo stravolgimento della nostra Costituzione, NO all’Expo 2015 e al silenzio sulla vicenda riguardante i numerosi e gravi casi di corruzione che hanno accompagnato la costruzione delle sue infrastrutture, sulla illegittimità del lavoro gratuito in clamorosa violazione della legge sottoscritta dai protocolli firmati con l’assenso della Cgil, Cisl e Uil, denunciamo il silenzio sulla contromanifestazione indetta da numerosi movimenti indetta a Milano per il 1° maggio.

il 1° maggio, non celebreremo solo la giornata delle lavoratrici e dei lavoratori, peraltro sempre più nel mirino di tutti i poteri forti nazionali e internazionali, ma avremo l’occasione di contestare le politiche liberiste e capitaliste che stanno strangolando i nostri diritti.

Rete Sociale del III Municipio

6 LUGLIO 1960 Porta San Paolo, giovani ribelli con la maglietta a strisce

Venerdì 13 marzo ore 18.30

Porta San PaoloCi sono giorni che segnano la storia di una comunità. Il 6 luglio 1960, per Roma, è uno di questi giorni. A Porta San Paolo, luogo simbolo della Resistenza romana, viene convocata una manifestazione antifascista. Sono passati pochi giorni dalla rivolta genovese contro l’ annunciato congresso del Movimento sociale. Il governo Tambroni – che sarà costretto a dimettersi il 19 luglio successivo – aveva dato via libera alla polizia per la repressione delle manifestazioni. Successe a Genova, con oltre 80 feriti; successe a Roma, con l’ intervento per la prima volta delle cariche a cavallo che provocarono molti feriti tra i quali alcuni deputati socialisti e comunisti; succederà il giorno dopo, in modo tragico a Reggio Emilia, dove rimarranno uccisi cinque operai

Lo storico evento segnò la rivolta vittoriosa del popolo romano contro il governo Tambroni, sostenuto dai fascisti, e l’irruzione in politica degli inaspettati “giovani ribelli con le magliette a strisce”. Per ricostruire una memoria Storica delle lotte dei movimenti di ieri e di oggi, il Centro di Cultura Popolare del Tufello e l’Università Popolare Antonio Gramsci presentano attraverso i racconti di  Ivano Di Cerbo, Augusto Illuminati, Bernardino Piras e Pino Santarelli, la proiezione di un filmato e lettura di alcune testimonianze raccolte nei giorni che seguirono agli scontri.

Un ricordo assolutamente da non perdere

 

Inizia la Stagione “Festa del CCPTufello”

Sabato 11 Ottobre dalle 18.30

Anche quest’anno apriremo le nostre attività con la tradizionale giornata in ricordo dell’amico e compagno Maurizio (BUD) e della sua compagna Maddalena, per chi ci ha seguito in questi anni sa che sarà una GRANDE FESTA.

Alle 18.30, inizieremo la Nostra festa con un aperitivo all’aperto, dove poter fare quattro chiacchiere tra noi, scambiarci idee e progetti, conoscere gli/le insegnanti che condurranno i laboratori, la prima occasione dell’anno per regalarci una bella serata di festa e cultura.

Ore 20.30 Inizio degli spettacoli, suoneranno, balleranno, canteranno e reciteranno per noi gli artisti, gli amici del CCPTufello.

E tanto per rimanere nelle tradizioni a conclusione degli spettacoli la consueta cena conviviale e vino.

Anche quest’anno chiederemo un ingresso a sottoscrizione che andrà a copertura delle spese legali che stiamo sostenendo nella vertenza con l’ATER e delle ristrutturazioni che stiamo facendo per rendere sempre più fruibili i locali che ci e vi ospitano.

Vi aspettiamo in tantissimi e tantissime, aiutateci a dimostrare che il nostro è anche il vostro progetto.

Il collettivo del CCPTufello

1 MAGGIO DI LOTTA E DI FESTA

CHE LA CRISI LA PAGHINO I PADRONI

ORE 10.30 CORTEO per le Vie del quartiere1 maggio 14

con la musica e il ballo della Malamurga

Partenza da Via Gorgona (ex Mercato di Val Melaina)

ORE 12.30 FESTA al PARCHETTO DEL TUFELLO

(Via Capraia Via Monte Massico)

Vi aspettiamo tutti e tutte per una vera “festa del lavoro” fatta di lotta, informazione, musica, spettacoli, giochi e… braciate, vino rosso, fave e pecorino

  • alle ore 16.00 – GIOVANNA MARINI – famosa musicista popolare e ricercatrice etnomusicale che terrà un concerto con il Coro della Scuola Popolare di Musica di Testaccio.
  • a seguire ANTONIO GRAMSCI JR. – musicista, scrittore, nipote dell’omonimo fondatore del PCd’I (e più grande intellettuale comunista d’occidente), che presenterà l’Università popolare “Antonio Gramsci” e il libro recentemente scritto su Gramsci, e ci  intratterrà con la sua performance musicale.

Nell’ambito della festa, è possibile firmare per le 4 delibere di iniziativa popolare sulla ripubblicizzazione dell’acqua, l’uso sociale del patrimonio pubblico e privato abbandonato, la finanza sociale e la difesa e la valorizzazione della scuola pubblica

RETE SOCIALE III MUNICIPIO: Centro di Cultura Popolare del Tufello, Centro Donna L.I.S.A, Fondazione Luigi Pintor, Comitato Parchetto del Tufello, Astra 19, Lab!Puzzle; Progetto Laboratorio, Coord. Scuole III Mun., Università Popolare “Antonio Gramsci”, ANPI III Mun., As.ia.-Usb, PRC III Mun, PdCI III Mun, Sinistra Anticapitalista III Mun.

26 OTTOBRE GRANDE FESTA AL CCPTufello

 

Locandina 26 OttobreIl 26 ottobre, inizieremo la nostra attività con la tradizionale giornata in ricordo dell’amico e compagno BUD e della sua compagna Maddalena, per chi ci ha seguito in questi anni sa che sarà una grande FESTA. Inizieremo il sabato mattina dove in collaborazione con Il neo costituito COMITATO DI QUARTIERE TUFELLO contribuiremo alla pulizia del Parchetto del Tufello, proseguiremo nel pomeriggio dove il comitato con un’assemblea aperta al quartiere ufficializzerà l’adozione dello spazio verde. Parchetto a noi particolarmente caro dove il CCPTufello è stato protagonista negli anni passati; sosteniamo e ci auguriamo che il tentativo di riappropriazione con la riconsegna ai cittadini di questo luogo sia uno degli inizi di autogestione della cosa pubblica.

Alle 18.30, inizieremo la Nostra festa con un aperitivo all’aperto, dove poter fare quattro chiacchiere tra noi.

Ore 20.00 Inizio della Festa

Ore 20.30 Inizio degli spettacoli, suoneranno, balleranno e canteranno per noi:

La Luna nel Caffè

Recital Project

JAM’N’JATO

Stefano + Walter

Ovviamente al termine degli spettacoli ci sarà il tradizionale e ormai mitico piatto di pasta e vino a volontà.

Quest’anno chiederemo un ingresso a sottoscrizione che andrà a copertura delle spese legali che stiamo sostenendo nella vertenza con l’ATER

Vi aspettiamo in tantissimi a sostegno della battaglia che stiamo affrontando, aiutateci a dimostrare che il nostro è anche il vostro progetto.

Il Collettivo del CCPTufello