Festa

La Notte della Taranta 2016

Concerto Melpignano 2016



“La Notte della Taranta” è il più grande festival d’Italia e una delle più significative manifestazioni sulla cultura popolare in Europa. Si svolge in Salento ed è dedicato nello specifico alla riscoperta e alla valorizzazione della musica tradizionale salentina e alla sua fusione con altri linguaggi musicali, dalla world music al rock, dal jazz alla musica sinfonica.
Nato nel 1998 su iniziativa dell’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina e dell’Istituto “Diego Carpitella”, in quindici anni il festival si è reso protagonista di una crescita straordinaria per dimensioni, affluenza e prestigio culturale. La formula del festival, che culmina nel Concertone finale di Melpignano (LE) capace di coinvolgere da solo ormai circa centocinquantamila spettatori, si caratterizza in maniera del tutto originale ed innovativa per la presenza di un Maestro Concertatore, Carmen Consoli (2016), invitato a reinterpretare i “classici” della tradizione musicale locale avvalendosi di un gruppo di circa trenta tra i migliori musicisti di riproposta del Salento, assieme ad ospiti eccezionali della scena nazionale e internazionale.
L’edizione 2016 del Concertone di Melpignano è dedicata a Rina Durante, scrittrice e intellettuale salentina che con la sua opera di ricerca e divulgazione ha permesso di valorizzare la cultura popolare del Salento.
Sito Ufficiale:  http://www.lanottedellataranta.it/it/

 

GRANDE FESTA DEI 40 ANNI AL CCP “40… E LI DIMOSTRA TUTTI”

40anniLocandina

 

Sono passati 40 anni dal giorno in cui un gruppo di compagni e compagne decisero di riappropriarsi di uno spazio dove poter esprimere e condividere le proprie idee e le altrui necessità. Era il 1975 quando occupando dei locali abbandonati e privi di qualsiasi agibilità, venne aperto il Centro di Cultura Popolare del Tufello, restituendo al quartiere uno spazio per offrire voce a chi non ne aveva, a chi si vedeva negati i più elementari diritti. Da allora, grazie anche e soprattutto a Maurizio detto Bud e la sua compagna Maddalena che a questo spazio hanno dedicato la loro vita, il CCP si è occupato di problematiche sociali e di divulgare cultura e sapere, attraverso l’arte in genere.
Il nostro obiettivo è stato e sarà sempre quello di dimostrare che per fare teatro, danza, musica e cinema basta il cuore e il piacere di condividere le proprie esperienze con gli altri, una canzone un testo è grande se quando lo ascolti racconta un pezzetto della tua vita. Vivere il territorio e i rapporti con gli altri in modo diverso riconquistando la libertà che il sistema ci ha tolto, noi vogliamo Recitare, Cantare, Ballare, Suonare, Filmare, Dipingere liberamente e continueremo a lottare per farlo.

Per questo stiamo organizzando una festa e avremo il piacere di condividere con voi questi lunghi anni trascorsi. Se i Vostri impegni non vi permetteranno di essere presenti inviateci una testimonianza da conservare e trasmettere alle generazioni future.

17:00 Incontriamo i bambini del quartiere. Raccontiamoci una Favola e costruiamo un Laboratorio Teatrale con Fausta Manno e Eva Gaudenzi

18:30 Incontro con le Associazioni del Territorio

19:30 Aperitivo

20:30 Serata Musicale, Teatrale e di Racconti con Serena&Marco di Artekreativa, Il Giardino della Pietra Fiorita di Alessandro Parente e Lucilla Galeazzi, Le Vocidoro e Carmine Bruno

..a fine serata il tradizionale e mitico piatto di pasta del CCPTufello

Sabato 10 ottobre dalle ore 17.00 in Via Capraia, 81

Vieni a sostenere la ricostruzione di Scup

Il CCPTufello partecipa alla campagna di raccolta fondi per la ricostruzione di SCUP con una grande serata il 9 luglio c/o il Parchetto del Tufello (via Capraia angolo Via Monte Massico)

ccp tufello vs SCUPIl 7 maggio scorso il centro sociale SCUP (Sport e Cultura Popolare) veniva sgombrato con la demolizione di parte dello stabile. L’occupazione con alle spalle tre anni di attività culturali era nel cuore di San Giovanni, un edificio pubblico abbandonato e lasciato al degrado e riconsegnato ai cittadini/e del quartiere, grazie all’impegno degli occupanti, degli attivisti/e che lo hanno frequentato e alle numerose attività che all’interno dello stabile venivano portate avanti, con una grande partecipazione.

I nostri spazi prendono forma dalla collaborazione e la solidarietà di molti che offrono tempo, energie, competenze e sogni per costruire, trasformare e ridare vita a luoghi di degrado e abbandono.

Per questo il CCPTufello ha deciso di aderire alla campagna di solidarietà e raccolta fondi , per poter effettuare i lavori necessari a far ripartire a settembre le attività di SCUP negli spazi di via della Stazione Tuscolana e per cominciare a immaginarne la bonifica dall’eternit, per la salute, per noi e per tutto il quartiere.

Giovedì 9 luglio dalle 17.00 alle 23.00 al Parchetto del Tufello, si mangia si beve e si balla con:  Ascanio Celestini,  Ochestra Bottoni,  Sebastiano Forti and Friends, Pigneto Orkestra, Annamaria Spalloni, Antonio Mercuri, Smonta la Mostra di Art Ste 

                                                              E NOI JE FAMO………………………

Sabato 20 giugno presso la sede di Amistrada in V. Ostiense 152/b dalle ore 17,00 alle ore 22,00

 

Incontro dibattito: con Gérard Lutte e Quenia Guevara la situazione attuale del Guatemala e del Mojoca e le prospettive future del movimento

a seguire proiezione del documentario: “IL PARADISO NON HA CONFINI da Prato Rotondo a Città del Guatemala” (30’, Italia, 2015)

di Paolo Di Nicola

con la collaborazione di Remo Marcone, Bonaventura De Carolis

con la partecipazione di Danilo Bucaglioni e Gerardo Lutte

UNA PRODUZIONEimage95

Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico

Amistrada

Centro di Cultura Popolare del Tufello

Roma, anni sessanta. la Dolce vita, In pieno boom economico e speculazione edilizia non è raro girando per i confini della città, incontrare degli insediamenti abitativi costituiti da casette in muratura e baracche di lamiera e legno dove vivono in condizioni precarie nuclei familiari provenienti da varie parti d’Italia in cerca del loro posto al sole, ma che sbarcando nella realtà romana, quella destinata a chi ha meno risorse economiche, si ritrovano alle porte dell’inferno. Prato Rotondo, tra Valmelaina e i Prati Fiscali è una di queste realtà. Nel 1966 un salesiano, Gerardo Lutte, proveniente dal Belgio sbarca a Prato Rotondo e si cala totalmente in quella realtà. Roma, anni duemila, in una passeggiata a Prato Rotondo, che oggi si presenta come un bel quartiere dotato di costruzioni non più fatiscenti ma dotate di ogni comfort, incontrando i ragazzi di allora, quelli che lì son rimasti e anche alcuni che si sono spostati altrove, riecheggia il ruolo di Gerardo e il suo operato. Dov’è ora? Cosa fa? Cosa è rimasto di quell’esperienza che tanto interesse e attenzione suscitò attorno ad essa? Partendo da queste domande si snoda la narrazione del film il cui intento è quello di dire che anche le concezioni diverse, talvolta opposte possono trovare un punto d’incontro e diventare persino amicizia, in una città che a percorrerla “di lato” presenta oggi come allora quasi le stesse problematiche, sono cambiati i volti, i dialetti, spesso il colore della pelle ma a ben guardare gli ultimi non sono avanzati. Sono ancora “Brutti, sporchi e cattivi” come in un film di Ettore Scola o sono simili a Dio come nelle foto di Tano D’Amico?

La serata si concluderà con vino e cucina (offerta libera)

Invitiamo tutti a prenotarsi sul cellulare di Amistrada: 334-2185468

Festa della Liberazione 2015

VOLANTINOANPI201570° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE DAL NAZI-FASCISMO

programma della sez. ANPI Montesacro – Orlando Orlandi Posti

VENERDI’ 24 APRILE

Alle ore 18.00 saremo alla lapide di via Maiella (Piazza Sempione) per onorare i martiri di Monte Sacro, assieme agli antifascisti ed agli studenti del quartiere.

Durante l’iniziativa si potranno fare le tessere 2015 dell’ANPI.

SABATO 25 APRILE

In mattinata, saremo all’iniziativa dell’ANPI e degli antifascisti di Roma, a Porta S. Paolo.

Mai come quest’anno, 70° anniversario della Liberazione, è importante partecipare!!!

sez. ANPI Montesacro – Orlando Orlandi Posti – III mun. Roma

Rassegna Orkestre

BRASS (B)AND FRIENDS in Concerto 

Sabato 21 marzo ore 21.00

La “Brass (b)and friends” nasce nel 2014 all’interno del Conservatorio “O.Respighi” di Latina, all’interno della classe  del Maestro Giuseppe Cangialosi, docente di “Musica d’Insieme per Strumenti a Fiato.

brass-band-friend (FILEminimizer)L’ecletticitá e la duttilitá dell’organico lascia intendere un percorso ricco di sonoritá particolari e originali che vanno dal 600 ad oggi. I componenti della Brass (b)and friends, sono allievi ed ex allievi del Conservatorio che vantano una serie di esperienze professionali in collaborazione con Enti e Istituzioni nazionali ed internazionali. Musiche  di C. Hazell, H. Purcell, M. Mussorgsky, G. Gabrieli, G. Cangialosi, N. La Rocca

Brass (b)and friends

Massimiliano Campoli, Francesco De Palma, Davide Rizzi, Giuseppe Zeuli: tromba

Andrea Antonelli, Antonio De Palma: corno

Giacomo Mariani, Fabio Quattrociocchi, Antonio Pelle, Riccardo Ferrari, Lorenzo De Bonis: trombone

Simone Lanzi: bassotuba

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.

Ingresso a contributo €7  per i soci. Tessera annua Associativa €1

Giampiero Mazzone in Concerto

Mazzone (FILEminimizer)Per la Rassegna Cantautori

Giampiero Mazzone in

“CENT’ANNI”

SABATO 24 GENNAIO ORE 21,00

A distanza di molti anni da “L’avvicinamento”, Giampiero Mazzone, il cantautore già vincitore del Premio Città di Recanati (1998) e Premio Fabrizio De André (2002 e 2003) torna con un sorprendente lavoro discografico per l’etichetta “Terre sommerse”. Cent’anni è il titolo di un progetto musiale che comprende 10 brani scritti nell’arco di molti anni che ben disegnano il suo percorso artistico, umano e culturale, in un’evoluzione stilistica sempre protesa alla ricerca di sonorità diverse rispetto alle esperienze precedenti.

Il nuovo lavoro si muove tra momenti di impegno civile, con brani in cui viene più volte toccato l’argomento della mafia – è il caso di Gramigna, dedicato a Graziella Campagna o Si li me’ paroli, ad altri più aperti verso il futuro (Cent’anni), ad altri ancora di riflessioni personali sulla vita, sul trascorrere del tempo (Quando scende la sera), sulla solitudine di chi è considerato in qualche modo diverso dal comune sentire o chi invece assume il ruolo di giudice di noi “normali” (Pazzo) oltre a toccanti melodie d’amore, come Che domani sia migliore e Luminaria.

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.

Ingresso a sottoscrizione €7 a persona più €1 di tessera

ULTIMO APPUNTAMENTO DELLA RASSEGNA “MUSICA NEL MONDO”

Ultimo appassionante, coinvolgente appuntamento della rassegna musicale, “IL CCPTufello incontra il Mondo” quattro serate che ci hanno portato nelle sonorità musicali del mondo. Abbiamo percorso strade della musica Balcanica e Celtica per addentrarci nelle acustiche Africane e finiremo con un Flamenco tutto al femminile.

rassegna_etnicaFlamenco (FILEminimizer)FlamencA…noche de tablao Sabato 13 dicembre ore 21.00

 

Tre artiste di nazionalità diversa si incontrano al CCP per regalarci momenti di ritmo e emozione legati alla tradizione spagnola. Il flamenco tutto al femminile, baile: Francesca Stocchi; cante: Ana Rita Rosarillo; toque: Puneh Farhani, tre professioniste raccontano la loro Spagna ballando, suonando e cantando. Noi le abbiamo sentite e volute da noi, ci porteranno attraverso i loro ritmi serrati e coinvolgenti in un viaggio tra le tradizionali sonorità spagnole.

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.

Ingresso a sottoscrizione €7 a persona più €1 di tessera