Strage

Concerto per ricordare Piazza Fontana

Il Circolo GIANNI BOSIOlogo-bosiotrasparente

 

piazza-fontana005-1000x600

Presenta

QUELLA SERA A MILANO ERA CALDO

Concerto per ricordare la Strage di PIAZZA FONTANA

GIOVEDI’ 8 DICEMBRE 2016, ORE 21,00

Per anni, il 12 dicembre è stato segnato da manifestazioni di massa in tutta Italia: è una data di quel Calendario Civile nato dal basso che segna la memoria dei movimenti del mondo popolare. Per questo ricordiamo questa data con un concerto dedicato alla grande canzone politica di quegli anni, prima e dopo il 12dicembre 1969: perché la canzone fu uno dei linguaggi che  tennero viva la coscienza di un opposizione, una cultura alternativa che, rifiutando di credere alle menzogne delle istituzioni, crearono un altro racconto e un’altra memoria.

 Con: Piero Brega, Susanna Buffa, Lucilla Galeazzi, Patrizia Nasini,Orietta Orengo

Ingresso a sottoscrizione 10 euro
Alla fine del concerto tradizionale piatto di pasta e vino

La Madre di Tutte le Guerre

Cento anni fa la Prima Guerra Mondiale

Maledetti-Studenti-Italiani

Maledetti Studenti Italiani

Venerdì 27 novembre ore 21.00

per la rassegna Cento anni fa la Prima Guerra Mondiale “Maledetti Studenti Italiani” Racconti, interviste e Musica ci racconteranno il primo conflitto mondiale con una visione diversa, Cento anni fa una guerra che secondo il governo e lo stato maggiore sarebbe durata solo qualche mese costò al popolo Italiano tre anni di combattimenti e oltre un milione di morti. Canti Popolari e racconti d’autore dalla parte di chi la guerra non l’ha voluta ma l’ha dovuta combattere.

La fine dello spettacolo sarà accompagnato dal tradizionale piatto di pasta e vino.

Ingresso a contributo. Tessera annua Associativa €1

 

6 LUGLIO 1960 Porta San Paolo, giovani ribelli con la maglietta a strisce

Venerdì 13 marzo ore 18.30

Porta San PaoloCi sono giorni che segnano la storia di una comunità. Il 6 luglio 1960, per Roma, è uno di questi giorni. A Porta San Paolo, luogo simbolo della Resistenza romana, viene convocata una manifestazione antifascista. Sono passati pochi giorni dalla rivolta genovese contro l’ annunciato congresso del Movimento sociale. Il governo Tambroni – che sarà costretto a dimettersi il 19 luglio successivo – aveva dato via libera alla polizia per la repressione delle manifestazioni. Successe a Genova, con oltre 80 feriti; successe a Roma, con l’ intervento per la prima volta delle cariche a cavallo che provocarono molti feriti tra i quali alcuni deputati socialisti e comunisti; succederà il giorno dopo, in modo tragico a Reggio Emilia, dove rimarranno uccisi cinque operai

Lo storico evento segnò la rivolta vittoriosa del popolo romano contro il governo Tambroni, sostenuto dai fascisti, e l’irruzione in politica degli inaspettati “giovani ribelli con le magliette a strisce”. Per ricostruire una memoria Storica delle lotte dei movimenti di ieri e di oggi, il Centro di Cultura Popolare del Tufello e l’Università Popolare Antonio Gramsci presentano attraverso i racconti di  Ivano Di Cerbo, Augusto Illuminati, Bernardino Piras e Pino Santarelli, la proiezione di un filmato e lettura di alcune testimonianze raccolte nei giorni che seguirono agli scontri.

Un ricordo assolutamente da non perdere

 

Serata in ricordo di Peppino e Felicia Impastato

VENERDI 16 MAGGIO ORE 21.00

Munnizza001Il CCPTufello presenta “munnizza”, un percorso sul tema della legalità attraverso una serie di proposte visive, documentali e narrative, dedicate alla vita e al coraggio di Peppino e Felicia Impastato. “munnizza” di Andrea Satta e Licio Esposito, con i disegni di Marta Dal Prato è la storia del giovane attivista, giornalista e politico di Cinisi, Peppino Impastato, nato in una famiglia mafiosa e che alla mafia decise di opporsi denunciando i delitti e gli affari delle “famiglie” di Cinisi e Terrasini, in primo luogo quella capeggiata da Gaetano Badalamenti. Lo fece anche attraverso la fondazione di Radio Aut, radio libera autofinanziata nel cui programma di punta, Onda pazza, Impastato sbeffeggiava, ironicamente, mafiosi e politici. Per la sua lotta in prima linea contro la mafia fu ucciso a Cinisi il 9 maggio del 1978. Il cortometraggio “munnizza” è per ricordarlo e per sostenere la petizione indirizzata al presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta per salvare dal degrado il casolare dove fu ucciso. A parlare del corto, della petizione e di molte iniziative collaterali nate intorno ad esso – come della collaborazione con Libera – interverranno l’autore, Andrea Satta e il regista Licio Esposito.

Ingresso a sottoscrizione €7 a persona più €1 di tessera

CORSI 2013-2014

Corso di Organetto

Il lunedì, ore 14.00/18.00
Parente OrganettoIl corso è aperto a tutte le età.
Il repertorio spazia fra le tradizioni e le innovazioni, nella continua ricerca dei contenutidelle culture popolari.

Tre lezioni al mese di 45 minuti e una di un’ora di musica d’insieme.

Il corso è tenuto da Alessandro Parente in collaborazione con Laerte Scotti.
Info: 333 76 76 934
 

Laboratorio Teatrale (18 – 100 anni)

Il lunedì, ore 20.30 – 22.30Laboratorio Teatrale per adulti
Il laboratorio teatrale è uno spazio libero per creare, sognare, muoversi, conoscere, improvvisare, dare forma, essere altro da sé.
Un viaggio formativo per scoprire il proprio modo di stare in scena.
Il percorso di laboratorio porterà alla realizzazione di uno spettacolo creato dal gruppo che verrà messo in scena al CCPTufello.
Primo incontro gratuito.
Non è necessario avere esperienza teatrale.

Condotto da Davide Marzattinocci/Metamorfosi Teatro.
Info: 340 14 86 357 – metamorfositeatro@yahoo.it

 

Corso di Yoga

Il martedì ore 18.00 – 19.30
YogaMolto spesso noi uomini moderni ci troviamo a vivere nello stress, costretti da ritmi del tutto innaturali.
Tutto questo si traduce in problemi per il nostro corpo e la nostra mente.
Infatti molti disturbi hanno un chiara origine psicosomatica (mal di schiena, problemi alla cervicale, cattivo funzionamento dello stomaco e dell’intestino, disturbi del sonno, ansia ecc…)
Per tutto ciò lo yoga può costituire un valido aiuto che porterà gradualmente chi lo pratica a superare il disagio e a vivere un’esistenza migliore.
CORSO DI YOGA, per persone di tutte le età, che si terrà una volta alla settimana.
Primo incontro gratuito.

Il corso è tenuto da Valeria Primerano.
Info: 334 17 02 983 mail: v.primerano@hotmail.com

 

Laboratorio Teatrale per ragazzi

Il mercoledì ore 17,00 – 18,00

Laboratorio Teatrale per bambiniIl laboratorio è un luogo per divertirsi, danzare, giocare ad essere qualcun altro, improvvisare, cantare, travestirsi, stare in gruppo, creare uno spettacolo…
Primo incontro gratuito.

Condotto da Davide Marzattinocci/Metamorfosi Teatro.
Info: 340 14 86 357 – metamorfositeatro@yahoo.it

 

 

Corso di Danza Popolare

Il mercoledì, ore 20.30-22.30
pizzicaViaggio nel mondo delle tradizioni popolari italiane.
Dalle suggestioni della pizzica al cupo ed ipnotico battere della tammorra che accompagna le tammurriate dell’area vesuviana.
Dal saltarello di Amatrice, alla spallata abruzzese.
Dalla tarantella processionale di Montemarano a quella calabrese.
Dai balli occitani a quelli sardi.
Inoltre incursioni nella danza contemporanea troveranno punti di contatto tra la tradizione e la libera espressione corporea.
Verrà approfondita anche la parte musicale con notizie riguardanti gli strumenti che accompagnano le danze.
Gli incontri prevedono video di supporto alla ricerca coreutica.

Il corso è tenuto da Daniela Evangelista.
Info: 339 29 34 559 – danielaevangelista1@gmail.com
 

Laboratorio Teatrale con e per persone con disabilità

Il giovedì ore 16,30 – 18,30

Laboratorio Teatrale per disabiliIl laboratorio, promosso dalla cooperativa sociale “Il brutto anatroccolo”, nasce nel 2007 e da allora coinvolge persone con disabilità, operatori sociali e attori professionisti.
Nel 2008 in occasione del primo spettacolo, il gruppo prende il nome di “Teatro di Lipirone”.
Il laboratorio è sempre aperto all’inserimento al suo interno di persone con disabilità e attori volontari.

La conduzione è affidata a Davide Marzattinocci/Metamorfosi Teatro.
Info: 340 14 86 357 – metamorfositeatro@yahoo.it – www.anatro.it – www.metamorfositeatro.wordpress.com

Corso di Fisarmonica

FisarmonicaIl giorno e l’ora sarà concordato insieme tra allievi e docente.
Il corso di studi di fisarmonica si struttura iniziando dall’apprendimento della musica tramite le prime nozioni di teoria musicale e dallo studio delle caratteristiche dello strumento e dell’impostazione.
Segue lo sviluppo del livello tecnico e l’esplorazione dei vari generi musicali.
Infine si approfondiscono gli aspetti teorico\pratici e si valorizzano le doti e gli interessi dello studente.
Le lezioni, della durata di un’ora settimanale, si svolgono con due allievi alla volta, abbinati per capacità.
Primo incontro gratuito.

Il corso è tenuto da Desirèe Infascelli.
Info: 349 37 93 756 – desireeinfascelli@gmail.com

Ricordando Piazza Fontana

Storia di un complotto

Sabato 20 aprile, ore 21.00

 
locandina Storia di un ComplottoUn monologo di Nicola Lofoco

Milano, venerdì 12 Dicembre 1969. E’ una grigia giornata di inverno. Alle 16. 30 del pomeriggio una bomba ad altissimo potenziale esplode nella Banca Nazionale dell’Agricoltura provocando la morte di 17 persone. Anche il numero dei feriti non è indifferente: oltre 80. Un cupo velo di ingiustizia ha, oramai, avvolto quella strage. In ben 36 anni ancora nessuno ha pagato il conto per le lacrime, il dolore ed il sangue versato a Piazza Fontana nel 1969.

Infatti, il 12 marzo 2004, sono stati definitivamente assolti i neofascisti Delfo Zorzi, Carlo Maria Maggi e Giancarlo Rognoni. Si è chiusa così una lunghissima fase di processi che si sono tenuti presso tante procure, da Roma a Milano, da Catanzaro ed anche a Bari. E di imputati ve ne sono stati anche tanti. Dall’anarchico Pietro Valpreda, descritto inizialmente agli occhi dell’opinione pubblica come un barbaro assassino, e poi risultato del tutto innocente, ai neofascisti Franco Freda e Giovanni Ventura, condannati all’ergastolo il 23 febbraio 1979 dalla corte d’Assise di Catanzaro insieme all’agente del Sid Guido Giannettini successivamente assolti. Sino ad arrivare a Pino Rauti, fondatore di “Ordine nuovo”, arrestato il 3 marzo 1972 su mandato di cattura emesso dalla procurata di Treviso.

Ma sui processi e sulle motivazioni della strage sono state riempite di inchiostro innumerevoli pagine di giornale e moltissimi libri. Senza dimenticare tutto quello che è stato detto ampiamente in non poche trasmissioni televisive. E’ comunque indispensabile mettere l’accento sul perché sia stata fatta quella strage e, soprattutto, capire realmente chi avrebbe tratto dei vantaggi da un atto criminale così ferocemente sanguinoso. Da qui nasce l’esigenza di riflettere, in modo pacato e preciso, senza compiere dietrologie o inutili alchimie storiche, sulla situazione politica vigente in Italia alla fine degli anni sessanta.

La fine dello spettacolo sarà accompagnato da un piatto di pasta e vino.

Ingresso a sottoscrizione €7 a persona più €1 di tessera.

L’INCASSO SARÀ INTERAMENTE DEVOLUTO ALL’OSPEDALE AL-AWDA DI GAZA